0736 263751
Non riesci a pagare il mutuo? Ecco cosa fare

Non riesci a pagare il mutuo? Ecco cosa fare

Quando si ha un mutuo da sostenere, possono capitare degli imprevisti che comportano l’impossibilità di procedere con il pagamento di una o più rate.

Quando non si riesce a pagare il mutuo ci sono delle soluzioni da prendere in considerazione. In particolare parliamo di tre possibilità:

  • rinegoziazione,
  • sospensione,
  • surroga.

Entriamo nel dettaglio e andiamo a vedere di cosa stiamo parlando esattamente e quali sono le specifiche di ognuna di queste possibilità.

Rinegoziazione: in cosa consiste

Sembrerà molto strano, ma solitamente le banche sono ben disposte nei confronti di chi chiede una rinegoziazione. Questo accade in quanto l’istituto, investendo sul proprio cliente, può effettivamente riscontrare un notevole guadagno grazie agli interessi. Effettuare una rinegoziazione può comportare l’allungamento della durata del mutuo e di conseguenza anche un aumento degli interessi che potrà riscuotere nel tempo. Questo è sicuramente il primo motivo per il quale le banche eseguono senza troppe riserve la rinegoziazione di un prestito, la quale potrà aiutare il cliente a rimettersi in sesto e a pagare il mutuo nella sua interezza.

C’è da dire anche che nel caso di rinegoziazione non dovranno essere affrontate nuovamente le spese del notaio. Si potranno sottoscrivere le nuove condizioni tramite una scrittura privata non autenticata. Infine, è utile sottolineare che la rinegoziazione può essere la scelta migliore in tutti quei casi in cui si prevedono spese troppo alte per un numero preciso di mesi. Rinegoziando il debito si potranno ridurre le spese totali mensili e avere così le risorse per pagare il mutuo senza difficoltà.

La sospensione del mutuo

Ci sono situazioni in cui le difficoltà dipendono da una riduzione del reddito. Di conseguenza una negoziazione che vada ad aumentare gli interessi totali da pagare non è la soluzione più ottimale. La sospensione può invece rappresentare la scelta migliore. Sospendendo il mutuo, normalmente per un massimo di dodici mesi, le rate non pagate verranno rese dopo la data in cui in precedenza era prevista la fine del mutuo.

In genere questa soluzione è la più utile in particolare quando si prevede un momentaneo abbassamento del reddito mensile. Questa scelta permetterà di rimettersi in sesto e di tornare a pagare il mutuo quando la propria situazione economica sarà migliorata.

Pagare il mutuo in un’altra banca: la surroga

Un’altra opzione da considerare si identifica nella surroga del mutuo. Questa operazione consiste nel trasferimento del mutuo da una banca ad un’altra. Grazie al Decreto Bersani questa procedura è stata notevolmente semplificata. Inoltre non ha costi per il cliente: non sono previsti oneri notarili o verso la banca che si decide di lasciare. L’istituto bancario che ha per primo concesso l’accesso al mutuo non può opporsi. Può solamente fare una controproposta per quanto concerne i tassi di interesse, ovvero proporre una ritrattazione del mutuo.

Passando da una banca ad un’altra si potranno ottenere tassi più convenienti nonché una strutturazione delle rate che potrà permettere di pagare il mutuo con più facilità. Ad attivare le procedure della surroga e ad occuparsi del trasferimento sarà la nuova banca.

Qual è la migliore soluzione per chi non riesce a pagare il mutuo?

Ovviamente non esiste una soluzione ottimale per tutti e la scelta dipende molto dall’attuale situazione economica del cliente impossibilitato a pagare le rate. La rinegoziazione è certamente la prima cosa da considerare e la sospensione è la scelta ideale nel caso di momentaneo abbassamento del reddito mensile. Per quanto riguarda la surroga, invece, è la soluzione da non sottovalutare quando si pensa che i tassi di interesse attuale siano troppo alti.

Qualora, però, si avesse il sospetto che i tassi siano superiori ai limiti previsti dalla legge, sarà opportuno affidarsi ad un esperto che potrà capire se si tratta o no di usura bancaria. In quest’ultima situazione non si dovrà né cambiare banca, né sospendere o rinegoziare il mutuo: si dovrà invece ottenere la tutela legale necessaria. Se non riesci a pagare il mutuo e hai dubbi sul rapporto con la tua banca, chiedi il supporto dello Studio dell’Avvocato Orsini. Potremo analizzare la tua situazione e offrirti l’assistenza necessaria.

logo

Sempre e solo dalla
TUA parte

Seguimi su: