Login

Email

Testimonial

Video

Spesso gli Istituti di credito utilizzano con troppa leggerezza le segnalazioni presso la Centrale Rischi della Banca D’Italia spingendosi, in alcuni casi, a perpetrare dei veri e propri abusi nella misura in cui impiegano la segnalazione a sofferenza, o anche solo la minaccia di essa, al fine di ottenere il pagamento del debito o, addirittura, dell’indebito.

 

E’ noto infatti, come una segnalazione a “sofferenza” presso la CR della Banca D’Italia possa comportare l’immediata esclusione del soggetto segnalato dal circuito del credito legale, con danni potenzialmente irreparabili.

 

L’istituto della “Centrale Rischi” è stato invero creato dalla Banca d’Italia per il raggiungimento di un interesse pubblico, volto a consentire agli Istituti bancari di valutare la solvibilità dei richiedenti il credito, quindi per abbattere i propri rischi nel prestare denaro.

 

inner banner

 

Di fatto, però le segnalazioni ed anche la mera minaccia di esse, possono essere utilizzate in maniera distorta, come strumento di pressione/estorsione per costringere la vittima/cliente al pagamento di somme non dovute.

 

Fortunatamente, negli ultimi anni, la giurisprudenza si è dimostrata sensibile alle esigenze di tutela dei clienti, assumendo provvedimenti di cancellazione, anche in via d’urgenza. di illegittime segnalazioni.

 

A tal proposito, sul sito è possibile consultare molti esempi di ordinanze ottenute dall’Avv. alessio Orsini, di cancellazione di illegittime segnalazioni presso la CR della Banca D’Italia, a volte anche concesse con decreto “inaudita altera parte”, cioè senza previamente instaurare il contraddittorio con la Banca, al fine di garantire le esigenze di celerità nel rimuovere una situazione di danno.

Studio Legale Alessio Orsini

Viale Treviri n.202 – 63100 – Ascoli Piceno (AP)

P.Iva: 02113290445 C.F.: RSNLSS79E28F205K
Tel. 0736 263751 Fax 0736 252540
Cell. 371 1566307
Email: [email protected]

Seguici su Facebook